PARMESAN SLOWPITCH LEAGUE 2020

NOTE ORGANIZZATIVE & REGOLAMENTO – versione del 26.03.2020

1) All’edizione 2020 del Campionato Provinciale Parmense di Slowpitch (ora denominato “Parmesan Slowpitch League” – in breve PSL) partecipano sette squadre: Barilla Dukes, Beer Brothers, Collecchio (ex Cariparma), Herpes Zoster Virales, Monkeys Parma, Onda Emilia, Sala Baganza.

Stante l’emergenza “COVID-19” attualmente ancora in corso ed in considerazione delle decisioni del Consiglio Federale F.I.B.S. del 25 marzo 2020, il Campionato PSL potrà iniziare solamente il giorno martedì 17 giugno 2020 con la partita “Barilla Dukes – Beer Brothers”.

2) Per la prima volta, la F.I.B.S. ha deciso di organizzare un “Campionato Nazionale di Slowpitch Softball”. Il campionato provinciale PSL è stato riconosciuto dalla Federazione quale “Campionato Locale” in grado di potere qualificare alle Finali Nazionali (“Italian Slowpitch Series”) le 2 migliori squadre, a patto che esse rispettino determinati requisiti; le Finali Nazionali si terranno tra il 2 ed il 4 ottobre 2020 in luogo da definire.

Il logo della “Parmesan Slowpitch League”

3) Il tesseramento alla sezione amatoriale della F.I.B.S. – imprescindibile per i giocatori delle squadre che intendano essere “elegibili” per l’eventuale partecipazione alle Finali Nazionali di Slowpitch (“Italian Slowpitch Series”) – dovrà avvenire a cura di ogni singolo giocatore; si ricorda comunque che la F.I.B.S. richieda una prima “chiusura” del roster eventualmente schierabile alle Finali Nazionali alla data del 30 giugno; per le due squadre qualificate sarà poi possibile operare quattro “acquisti” all’interno dei roster delle squadre che non si siano qualificate, sempre a patto che tali acquisti siano in regola con il tesseramento amatoriale.

4) Per ogni altra questione relativa alle Finali Nazionali si rimanda integralmente al Regolamento per il Campionato Nazionale come pubblicato sul sito www.fibs.it).

5) Le modalità di pagamento delle quote di iscrizione alla “Parmesan Slowpitch League” (in forma di una quota unica per ogni squadra) a copertura delle spese relative al nolo del campo, all’illuminazione, all’acquisto delle palline, ecc…, verranno definite con comunicazione separata a cura dei responsabili amministrativi del Campionato (sig.ri Pinetti e Schirripa) e terranno conto di eventuali conguagli relativi al Campionato 2019.

6) La formula della PSL 2020 è la seguente:

  1. La “Regular Season”, stante l’emergenza “Covid-19”, è stata fortemente ridotta, e pertanto si giocherà un “girone all’italiana” di sola andata; ogni squadra giocherà, durante la “Regular Season” 6 partite ed osserverà un turno di riposo.
  2. “Postseason” con semifinali “incrociate” tra la prima e la quarta della “Regular Season” e Finali 1°/2° (tra le vincenti delle semifinali) e 3°/4° (tra le perdenti delle semifinali); la 5°, la 6° e la 7° classificata della “Regular Season” giocheranno invece un mini-girone che prevede la disputa di due partite a testa: l’ultima di questo girone si aggiudicherà il simbolico “Cucchiaio di Legno”; per la determinazione della classifica finale della “Regular Season” (e del mini-girone per il 5°-6°-7° posto finale) si rimanda alle note tecniche che seguono.
  3. Posto quanto sopra, ogni squadra giocherà un totale di 8 partite, 6 di “Regular Season” e 2 di “Postseason”.

Al termine della “Postseson” le prime due classificate (nel caso rispettino i requisiti richiesti dalla F.I.B.S.) si qualificheranno per le “Italian Slowpitch Series”; nel caso in cui una (o entrambe) delle due squadre prime classificate non rispettino tali criteri, allora il “ticket” di partecipazione verrà assegnato alla prima squadra che la segue in classifica e che rispetti i requisiti previsti.

7) Anche per la stagione 2020, conformemente con le regole F.I.B.S. ed E.F.S., il lancio sarà chiamato “strike” solo se la pallina, al punto massimo della parabola verso casa base, abbia raggiunto un’altezza compresa tra 180 e 360 cm da terra e, ovviamente, abbia poi attraversato l’area di strike così come definita dal regolamento F.I.B.S. dello Slowpitch Softball; in caso contrario il lancio verrà giudicato come “no-pitch” (conteggiato come “ball”) e la palla dichiarata “morta”.

8) Per la stagione 2020 – e così pure per le prossime stagioni, salvo intese contrarie – la durata dell’incontro torna ad essere quella “tradizionale”, ovvero 7 inning.

9) Come da tradizione assodata, la pallina sarà sempre considerata “viva” (tranne quando tenuta dal lanciatore che si trovi sulla pedana di lancio) e, pertanto, sono ammesse le “rubate” e gli avanzamenti su “palla persa” o “lancio pazzo”; i corridori potranno staccarsi dalle basi di partenza solamente quando la pallina abbia raggiunto il piatto di casa base o – se ciò avviene prima – abbia toccato il terreno; sono ammesse le scivolate, a patto che il giocatore, nel caso in cui decida di scivolare con le gambe “in avanti”, non indossi scarpe con “spikes” di metallo.

10) Non è consentito schierare giocatori che non siano stati preventivamente dichiarati come appartenenti al proprio “roster”; in ogni caso la comunicazione del “roster” deve essere fatta – entro il 30/06/2020 – tramite invio di un elenco contenente i nominativi dei giocatori all’apposito gruppo “WhatsApp” dei “capi squadra”; ogni ulteriore nuovo acquisto dovrà essere comunicato con le medesime modalità specificando, se del caso, se si tratta di un giocatore che in precedenza era già stato indicato come appartenente ad un’altra squadra iscritta.

11) Non è consentito schierare giocatori tesserati F.I.B.S. appartenenti a squadre che, per la stagione 2020, appartengano a squadre iscritte a campionati di baseball di Serie A1, A2 e B; parimenti non sono liberamente schierabili atlete agoniste F.I.B.S. appartenenti a squadre iscritte ai campionati di Serie A1 e Serie A2 di softball; si ricorda che non vi è alcuna limitazione relativamente alla cittadinanza dei giocatori e al loro sesso.

12) I cosiddetti “prestiti” tra le varie squadre (senz’altro utili ad evitare i rinvii delle partite nel caso in cui una squadra si trovi con pochi giocatori in vista della partita) sono ammessi con le seguenti limitazioni:

  1. massimo 2 prestiti per partita;
  2. i giocatori “presi in prestito” dovranno essere schierati nelle ultime due posizioni del line-up; per la difese, nel caso in cui il prestito fosse solo uno, questo dovrà essere schierato come Esterno Destro; se i prestiti fossero invece due, essi dovranno essere schierati uno come Esterno Destro e l’altro come Seconda Base;
  3. ad ogni singola squadra è consentito schierare “prestiti” solamente per un massimo di 4 partite nel corso della “Regular Season”, mentre non sono ammissibili “prestiti” nel corso della “Postseason”.

13) Alle squadre è consentito di giocare con un numero illimitato di “DH” (battitori designati) anziché uno solo (o anche nessuno) e cioè giocare con il cosiddetto “line-up libero”; tuttavia ciò avverrà a rischio e pericolo della stessa squadra che avesse deciso di giocare in questo modo: infatti, se uno dei DH deve lasciare il campo durante la partita per un motivo qualsiasi (infortunio, motivi di lavoro, ecc…) e non può essere sostituito da un altro giocatore di riserva non ancora schierato nel corso della partita, allora la squadra avrà “un buco” nel line-up che rappresenterà un “out automatico” al momento del turno di battuta che sarebbe toccato al DH che ha lasciato la partita.

Una significativa istantanea scattata prima della Finale 2018 disputatasi tra Sala Baganza e Cariparma (da sx a dx: Bottioni, Pelagatti).

14) La classifica della “Regular Season” (e pure quella del mini-girone di Postseason per i posti dal 5° al 7°) verrà decisa in base alla maggiore percentuale di vittoria di ogni singola squadra, al di là del numero di partite effettivamente giocate e vinte e/o perse a tavolino; per dirimere i casi di “pari merito” in classifica tra due o più squadre che avessero il medesimo “record vinte/perse” si applicheranno i seguenti parametri:

a) migliore “record vinte/perse” negli scontri diretti;

b) minor numero di punti subiti negli scontri diretti;

c) minore media dei punti subiti per partite effettivamente giocate (cioè escluse le partite vinte o perse “a tavolino”);

d) sorteggio.

15) Le partite si svolgeranno presso il campo Stuard 2 di San Pancrazio Parmense a partire dalle ore 21.30 nelle serate di martedì e di mercoledì, mentre si giocherà a partire dalle ore 21.00 nelle serate di giovedì, secondo il programma specificato nel “Calendario” che segue.

16) Ogni squadra può chiedere di rinviare la partita programmata che la riguarda a patto di informare la squadra avversaria e gli ufficiali di gara (tramite l’apposito gruppo “WhatsApp” dei “capi squadra”) entro 48 ore dal play-ball della partita in questione; in caso contrario la partita sarà persa “a tavolino” dalla squadra richiedente col punteggio di 7-0.

17) La classifica della “Regular Season” sarà ufficializzata, salvo intese differenti tra i capi squadra, al fine della disputa della Postseason alle ore 24.00 del giorno venerdì 11 settembre. Resta quindi inteso che alcune partite di Regular Season che siano state rinviate non vengano recuperate per mancanza di giorni utili a programmare i recuperi stessi.

18) Nel caso in cui una partita di Postseason non si riesca a svolgere in tempo utile, allora sarà considerata vincitrice di quella particolare partita la squadra che, al termine della “Regular Season”, vanti una posizione migliore in classifica.

19) In caso di contestazioni – da ufficializzarsi tramite reclamo da inviare al gruppo “WhatsApp” dei capi squadra, ogni decisione verrà presa a maggioranza assoluta degli stessi “capi squadra” integrati da uno degli arbitri del Campionato; verrà escluso dalla possibilità di esprimere il voto chi ha presentato il reclamo stesso.