FORMULA C.P.P.S. 2019

A) LA FORMULA DELL’EDIZIONE 2019 DEL C.P.P.S.

Al Campionato Provinciale Parmense di Slowpitch (C.P.P.S.) 2019 parteciperanno 7 squadre: Beer Brothers (ex Dipendenti Salità), Barilla Dukes, Cariparma, Herpes Zoster Virales, Monkeys Parma (ex Nutrie), Onda Emilia, Sala Baganza (campione in carica). Il team Sorbolo Red Frogs si è sciolto (alcuni ex sorbolesi li ritroveremo nelle varie squadre…), mentre il Colorno Wild Pigs prenderà parte al campionato di Reggio Emilia.

Il C.P.P.S. è diviso in due fasi: Regular Season, costituita da un girone unico all’italiana con partite di andata e ritorno, e Postseason per l’assegnazione dei “titolo sportivi” (Campione Provinciale, 2° e 3° posto e Cucchiaio di Legno), da svolgersi in due settimane.

La Stagione Regolare, come detto, è composta da girone unico all’italiana con partite di andata e ritorno, sviluppata su 14 giornate (ogni squadra giocherà quindi 12 partite di Stagione Regolare e avrà 2 turni di riposo); la “Postseason”, invece, è strutturata con semifinali e finali tra le prime 4 della Stagione Regolare e doppio “incontro a tre” (“Triple Threat Match” – vedi oltre per sapere come funziona…) tra la 5°, 6° e 7° per determinare l’assegnataria del “Cucchiaio di Legno”, sviluppata su 2 giornate (ogni squadra giocherà 2 partite di Postseason) – in TOTALE, quindi, ogni squadra giocherà 14 partite.

Tutte le giornate si svolgeranno nell’arco di una settimana (tranne che ne periodo tra Pasquetta e il Primo Maggio) e in ogni settimana verranno disputate TRE partite: questo vuol dire che, normalmente, il giovedì sarà un giorno “libero” a disposizione per eventuali recuperi (es.: se lunedì piove e non si riesce a giocare, automaticamente la partita viene rinviata di tre giorni).

L’Opening Week si terrà a partire da lunedì 1° aprile, mentre la 7° giornata di ritorno (cioè l’ultima della Stagione Regolare) si terrà a partire da lunedì 2 settembre, maltempo permettendo, ovviamente. La Postseason si terrà a partire da lunedì 9 settembre e terminerà con la finalissima programmata per giovedì 17 settembre. Eventuali recuperi (oltre a quelli “infrasettimanali”) nel mese di luglio e all’ultima settimana di agosto. Se a luglio c’è spazio, voglia e non ci sono recuperi si potranno fare – chissà – delle partite di Fastpitch o di One-Pitch.

B. NOTE TECNICHE E DI GIOCO (il Regolamento Ufficiale verrà trasmesso dal Comitato Organizzatore ai singoli capi-squadra)

1) Si è deciso di mantenere la durata delle partite sulla distanza degli 8 inning.

2) Per dirimere i casi di “pari merito” in classifica tra due o più squadre che avessero il medesimo “record vinte/perse” si applicheranno i seguenti parametri: a) migliore “record vinte/perse” negli scontri diretti; b) minor numero di punti subiti negli scontri diretti; c) minor numero di punti subiti in generale nelle partite effettivamente giocate (cioè escluse le partite vinte o perse “a tavolino”): se, però, il numero di partite effettivamente giocate fosse differente, allora si procederà a confrontare la “RAA” (Runs Allowed Average – Media Punti Subiti per partite effettivamente giocate).

3) I cosiddetti “prestiti” (utili ad evitare i rinvii delle partite nel caso in cui una squadra si trovi con pochi giocatori) sono ammessi con le seguenti limitazioni: massimo nr. 2 prestiti per partita; i giocatori “prestati” dovranno essere schierati nelle ultime due posizioni del line-up; se c’è un solo prestito, questo dovrà essere schierato come Esterno Destro; se i prestiti sono due, dovranno essere schierati uno come Esterno Destro e l’altro come Esterno Corto o Seconda Base.

4) Ogni squadra può decidere se giocare con un numero illimitato di DH (battitori designati) anziché uno solo e cioè giocare con il cosiddetto “line-up libero”. Tuttavia ciò avverrà a rischio e pericolo della stessa squadra che avesse deciso di giocare in questo modo: infatti, se uno dei DH deve lasciare il campo durante la partita per un motivo qualsiasi (infortunio, motivi di lavoro, ecc…) e non può essere sostituito da un altro giocatore di riserva, allora la squadra avrà “un buco” nel line-up che rappresenterà un “out automatico” al momento del turno di battuta sarebbe toccato al DH che ha lasciato la partita.

5) TRIPLE THREAT MATCH” (valido per la Postseason delle ultime 3 squadre al termine della stagione regolare): è una partita che si disputa tra TRE squadre sulla distanza di NOVE inning – nel primo inning la squadra A gioca in difesa ed affronta il lineup della squadra B e, subito dopo, finito il turno della squadra B (perché ci sono stati tre out o sono stati segnati 4 punti), quello della squadra C; nel secondo inning la difesa verrà svolta dalla squadra B che affronterà il line-up della squadra A e poi quello della squadra C; nel terzo inning, la difesa toccherà infine alla squadra C che affronterà prima il line-up della squadra B e poi quello della squadra A; lo stesso schema si ripete per gli inning successivi (in nessun caso ci saranno “inning liberi”: si gioca sempre con la limitazione dei 4 punti). Vince la squadra che ha ottenuto la migliore differenza punti.

In caso di parità tra differenze punti, prevale la squadra che ha segnato più punti; ma se la parità permane (e magari riguarda anche per caso assurdo tutte e tre le squadre) allora ogni team sceglierà un lanciatore ed un battitore che lavoreranno in coppia e avranno a disposizione solo tre lanci: vince che batte più home run o, se gli home run sono pari o non sono stati battuti, chi fa la battuta più lunga (si valuta il primo rimbalzo in campo valido); il lanciatore non potrà lanciare un “no-pitch”: la pallina dovrà per forza superare i 6 piedi – se non li supera un lancio è “sprecato”).

Nota bene: per decidere i posti dal 5° al 7°, come detto sopra, si giocheranno due “Triple Threat Match” a distanza di una settimana circa: la seconda partita sarà giocata come una vera e propria prosecuzione della prima e, quindi, è come se si giocasse una partita di 18 “inning”.