UN BUON TERZO POSTO AL “TORNEO DELLA DUCHESSA” CHIUDE LA STAGIONE AGONISTICA 2018 DEGLI H.Z.V.

NEWS

Dal nostro inviato, lunedì 17 settembre – termina con un terzo posto al “Torneo della Duchessa” di Colorno la stagione agonistica 2018 dei nostri beneamati ed azzimati Herpes Zoster Virales. Al torneo di Fastpitch Softabll organizzato dai padroni di casa dei Wild Pigs (ai quali va un enorme ringraziamento, così come alla società Colorno Baseball), i nero-arancio hanno effettivamente sempre ben figurato in tutte e 4 le partite disputate. Peccato perché, a conti fatti, la vittoria finale non era certamente fuori portata visto il tasso tecnico in campo di buon livello ma altresì ampiamente alla portata dei nostri beniamini.

Ma andiamo per ordine: la prima partita vede i Virales affrontare l’Hot Club Cesena e le cose vanno per il verso giusto fino alla prima metà dell’ultima ripresa. Durante l’attacco dei bianco-rossi romagnoli, però, il vantaggio di tre punti sin lì accumulato si tramuta – mercé un disagio a livelli “tandem-della-morte” – in sconfitta di misura (5 a 6 per i cesenati lo score finale), bruciante e, francamente, immeritata. La seconda partita della mattinata vede gli H.Z.V. opposti alla formazione del “All Star Parma”, team composto per lo più dall’ossatura dei Barilla Dukes: dopo quattro riprese molto combattute i nostri eroi si aggiudicano il match con due punti di vantaggio (6-4). La pausa pranzo scorre tranquilla e placida e, soprattutto, senza tentativi di avvelenamenti di sorta: il sole caldo e l’atmosfera amichevole ci aiutano a dimenticare il lungo e grigio autunno-inverno che ci si para dinanzi. Alle 15 si riprende e gli avversari sono i Wild Pigs, padroni di casa ed organizzatori del torneo. La difesa ed il monte di lancio fanno il loro dovere: ciò che manca è il line-up con solo due punti segnati in 4 riprese e un eccessivo numero di rimasti in base; la sconfitta, nuovamente di misura (2-3) è servita e con essa svanisce l’obbiettivo della finale per il primo posto. Si gioca quindi immediatamente la finale per il “metallo meno nobile” e, nuovamente, gli avversari sono i Colornesi: stavolta si gioca sulla distanza dei 5 inning con i nostri che partono in attacco. La difesa e la pedana di lancio alzano ancor di più il livello mentre il line-up si risveglia approfittando anche di qualche imprecisione colornese. Il risultato finale dice 5 a 1 per i nero-arancio e, come detto in introduzione, il terzo posto finale della manifestazione. Per la cronaca giusto ricordare il successo finale degli “All Star” che battono seccamente (6-1) la compagine di Cesena: aumenta così il nostro rammarico per avere mancato l’obbiettivo “grosso”. La coppa vinta, però, è veramente carina e farà un figurone nella bacheca sociale.

Ad ogni buon conto la manifestazione di ieri ci ha mostrato quale può essere il nostro livello: siamo una squadra solida che può dire la propria contro qualunque avversario, tanto a Slowpitch quanto a Fastpitch. Soprattutto, però, abbiamo dimostrato di essere una squadra completa e – come diceva la Gazzetta di Parma qualche anno fa – effettivamente “popolare”, nel senso che chi viene da noi sa di potere trovare uno spazio di gioco qualunque sia il suo livello tecnico ovvero la sua esperienza con la palla-a-base. Da sempre la filosofia “viralica” è quella del “nessuno escluso” e questo ci porta ad essere sempre pronti e disponibili – con le nostre sole forze – ad affrontare ogni sfida. Ora, in attesa della pausa di fine stagione, cercheremo di organizzare un’amichevole “intramural” anche in considerazione del nostro foltissimo roster che, con i due nuovi innesti settembrini raggiunge le 21 unità. Poi sarà autunno e ancora inverno: le due stagioni fredde ci porteranno la mitologica “pizzata nero-arancio” con la consegna dei “Virales Awards 2018” e il fantasmagorico “V.O.I. – Virales On Ice”.

Ancora una volta, quindi, eccheggi sicuro e stentoreo, per vette e per valli, il solito grido: FORZA VIRALES!


La formazione nero-arancio delle 4 partite di ieri è mutata non poco; ricordiamo però i presenti, in rigoroso ordine alfabetico, con i singoli ruoli occupati:

Belze, 2B/C; Birta, RF; Disla, RF; Juan, SS/3B; Laura, CF/2B/P; Lillo, C; Lo.Ro.San, Mike, P/SS; Patto, RF; Pigna, 3B; Pomp, LF; Tazze, CF; Thor, RF/2B/EP; Ugo, P; Weo, 1B. Brevemente presenti come sostenitori Carlo e Mirko.

Highlights “nero-rancio” del Torneo: in attacco segnaliamo gli home-run di Juan e di Ugo. In difesa ottimo il ritorno alla “pedana veloce” di Mike e Laura ed eccellente il campo esterno. E che dire dei 7 inning da catcher del Belze? Insomma: anche a Fastpitch siamo un “squadra fortissimi!”