«BACK IN BLACK» DOPO LA PAUSA ESTIVA I VIRALES TORNANO COL BOTTO: DUKES BATTUTI 13-8

NEWS

Dalla redazione news, 4 settembre 2018 – Di ritorno dalle vacanze agostane la nostra beneamata banda di disadattati ci regala una bellissima prestazione nella terza giornata del “Challenge Group” della “Postseason”, riscoprendosi vincente al termine di una vera e propria battaglia sportiva che li ha visti affrontare i coriacei “Duchi di Pedrignano”. Il punteggio finale (13-8), in realtà, non fa giustizia ad una partita molto combattuta e caratterizzata da un andamento ondivago ed altalenante: Virales e Barilla Dukes si sono affrontati a viso aperto e senza remore e, così, ne è scaturita una serata di Slowpitch intensa ed emozionante.

Ma veniamo alla “cruda” cronaca dei fatti. Il primo inning è dominato dagli attacchi. Più pazienti i nero-arancio e più esplosivi i bianco-blù: 3 pari lo score dopo sei eliminazioni. Nulla di fatto alla seconda ripresa, ma poi ecco partire una vera e propria altalena di emozioni: vantaggio Virales (4-3) al terzo e sorpasso Barilla nella parte bassa (4-5). Immediato controsorpasso herpessista alla ripresa successiva (6-5) ed ulteriore allungo nella parte alta del 5° (7-5). Ma i Duchi, nel box certamente più discontinui della “banda Viralica”, ma sempre molto pericolosi, macinano valide a tutto campo per un nuovo controsorpasso. Alla fine del 5° inning il punteggio è di nuovo favorevole agli uomini di Mr Carlone (7-8). Ma la parola d’ordine dei nostri è “resilenza”: la difesa chiude la saracinesca e l’attacco mette un mattoncino Lego dopo l’altro (mattoncini dalle forme alquanto peculiari, va detto…) e riporta il match sui binari sperati: arrivano il punto del pareggio al sesto ed il nuovo sorpasso al settimo. L’attacco dei Duchi non ottiene nulla e si va quindi all’ottava ed ultima ripresa: i Virales, nel cosiddetto “inning libero”, mostrano pazienza e, grazie ad una buona dose di fortuna e a qualche errore “made in Barilla”, calano il poker ed allungano in maniera consistente. A metà ottavo i punti di vantaggio sono quindi 5. Tocca quindi alla parte alta del line-up del Barilla, squadra di casa, cercare la disperata rimonta: i primi due battitori vengono eliminati in scioltezza da un’attenta difesa viralica. Poi un singolo ed un doppio, ma i due corridori bianco-blù restano in base mercé una secca linea catturata al volo in diamante.


La seconda vittoria stagionale arriva quindi, meritatamente, nel momento più opportuno: uno sforzo collettivo (abbiamo infatti omesso, in sede di cronaca, di parlare delle prestazioni dei singoli) che consente ai Virales di sperare ancora nella qualificazione per la finale 6°/7° posto. Nel caso in cui l’Onda Emilia superasse i Wild Pigs domani sera (o giovedi, a seconda di quello che succederà stasera in gara-3 delle Italian baseball Series tra Parma Baseball e Fortitudo Bologna) i nostri nero-arancio preferiti si giocherebbero lunedì 10 proprio con i “giornalisti dell’etere” un’impensabile 6° posto finale di questo rocambolesco C.P.P.S. 2018. L’eventuale vittoria dell’Onda, infatti, disegnerebbe una classifica con Virales, Barilla e Colorno con identico record di classifica generale (1-2) e di classifica avulsa: il regolamento prevede quindi il calcolo dei punti subiti nella partite giocate tra le squadre in parità che risulta essere il seguente “Virales 14, Barilla 22, Wild Pigs 26”. In caso di vittoria dei colornesi, invece, ai Virales toccherebbe la finale meno nobile (martedì 11), ovvero quella per l’assegnazione del “Cucchiaio di Legno”, da disputarsi sempre contro i Barilla Dukes.

In attesa di conoscere il proprio destino i nostri “eroi dell’herpes” si godranno quindi stasera gara-3 delle già citate “Italian Baseball Series” con i cuori lieti e la mente sgombra, consapevoli di avere finalmente giocato come una squadra e, finalmente, di essere tornati ad essere “Virales al 100%”. Prima di lasciarvi ai tabellini della serata permetteteci di ringraziare i Barilla Dukes, sempre simpatici e sportivi, i quali hanno sopportato anche il nostro “calore” e la nostra gogliardia. Ancora una volta s’alzi al cielo il solito grido: “FORZA VIRALES!”

Linescore:

H.Z. Virales    3 0 1 2 1 1 1 4 = 13

Barilla Dukes  3 0 2 0 3 0 0 0 = 8

Line-up H.Z.V.:

1. Pomp, LF; 2. Belze, 2B; 3. Tazze, RF (dal 5° CF); 4. Juan, SS; 5. Mike, P; 6. Weo, 1B; 7. Lillo, CF (dal 5° C); 8. Laura, SF; 9. Pigna, 3B; 10. Paleo C (dal 5° Wally, RF); 11. Lo.Ro.San, EP (dal 5°: Thor).

Eccellente “coach” di terza base: Vale. Presenti in panchina ma indisponibili: Patto (forza Patto!) e Ten-Ten. Si segnala anche la folta rappresentanza della “Falange Viralica” (ovvero la temibile “torcida” nero-arancio) guidata dal capo-ultrà Mr Furetto coadiuvato dal prossimo “Virale” Mirko. Assenti giustificati: Ugo, Emilio e Birta al quale va l’abbraccio più grande della serata.

Highlights:

Come detto in precedenza la vittoria è arrivata per merito di tutta la squadra. I tanti errori (anche sulle basi…) sono stati sempre controbilanciati da immediate ottime giocate, tanto in difesa quanto in attacco. Questo vuol dire essere resilenti e sapere di potere contare sempre sul proprio compagno di squadra. Tuttavia lasciate questo l’umile scrivano ricordi – per la fase difensiva – la presa al volo di Wally al settimo inning, che ha di fatto evitato un punto avversario in un momento molto delicato del match. In attacco non possiamo invece non citare la prestazione di Matteo “Thor” Gaiani: due turni e due rimbalzanti in campo interno che hanno fruttato un singolo e ben due RBI. Non male davvero per chi ha solo da pochi mesi iniziato a calzare guantone e spikes.

Due up:

Il C.P.P.S. 2018 si concluderà per i Virales (attualmente detentori di un “record” totale di 2 vinte e 9 perse) all’inizio della prossima settimana. Come narrato in cronaca, occorrerà aspettare l’esito di Onda-Colorno. L’unica certezza è che, qualunque sia la finale che toccherà ai nero-arancio, verrà festeggiato il Compleanno del nostro webmaster Mr Furetto con la solita, immancabile, storica, imperdibile “Torta Prefabbricata”. Impossibile mancare.